Svizzera: Bellinzona e Lucerna

Condividi su:

03 – 06 Agosto 2017

Bellinzona

Il 03 agosto iniziano ufficialmente le nostre vacanze estive. E’ il primo viaggio in Europa con il nostro camperino e siamo super carichi … in tutti i sensi !

La nostra destinazione principale sono i Paesi Bassi ma, non volendo percorrere chilometri nello stesso giorno, il nostro itinerario prevede diverse tappe sia all’andata che al ritorno nei vari stati che attraversiamo.

Partiamo al mattino presto, superiamo la frontiera a Chiasso senza alcun problema e arriviamo a Bellinzona verso ora di pranzo che è un gran caldo.

Qui si possono visitare i tre manieri Castelgrande, Castello di Montebello e Castello di Sasso Corbaro. Rappresentano eredità preziosissime che si sono conservate splendidamente dal Medioevo ad oggi e sono state dichiarate patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Ci fermiamo all’ Area camper Tamaro Monteceneri ,situata poco prima dell’ingresso di Bellinzona: bell’area con tanto verde e un parco giochi per bambini. Doveva essere la sosta per la notte, ma essendo così caldo, preferiamo visitare subito Bellinzona e proseguire verso nord in cerca di fresco.

Area Camper Tamaro Monteceneri – Bellinzona

Così, dopo aver pranzato, decidiamo di spostarci verso il centro di Bellinzona e sostiamo nel Parcheggio di Via Brunari (presente anche carico scarico, le macchinette accettano solo contanti e non danno resto).

Noi abbiamo deciso di visitare il più grande dei tre castelli che è, come si può facilmente intuire dal nome, Castelgrande.

Dal parcheggio inforchiamo le bici e arriviamo in 10 minuti.

Il Castello si sviluppa su un promontorio lungo più di 200 metri ed è circondato da imponenti mura di cinta.

Già nel 5.500 a.C. il territorio dove si erige il Castello, era occupato da un villaggio neolitico di contadini e pastori che vivevano in semplici e rudimentali capanne.

La prima fortificazione risale al IV secolo d.C. quando venne costruita una fortificazione in legno durante l’epoca romana. I romani, infatti, dall’alto potevano avere il controllo del territorio circostante.

Con il passare dei secoli, man mano che avanzano altre popolazioni per occupare il territorio, la fortificazione venne rafforzata dai Longobardi, dai franchi e infine dai milanesi e, verso il 1200, la fortificazione in legno venne sostituita dalla pietra, più costosa ma più sicura.

Nel XIV secolo, sotto il controllo dei milanesi, il castello viene chiamato per la prima volta Castrum Magnum (Castello Grande), ma quando nel 1500 arrivarono gli Svizzeri, modificarono il nome in Castello d’Uri e successivamente nel 1818 in Castello di San Michele per via della Cappella presente al suo interno.

Nel tempo, anche le funzioni del Castello sono cambiate: da fortificazione è diventato deposito di materiali, arsenale, prigione e oggi ospita un museo, un ristorante e uffici.

Castelgrande: sul fondo Castello di Montebello

Ripartiamo con direzione Lucerna.

Poco prima del traforo del S.Gottardo, nella località Quinto, ci fermiamo per la notte nel parcheggio libero presso la funivia/cabinovia dove sono presenti anche tavoli da pic-nic, un barettino e un parco giochi.


Lucerna

La mattina seguente partiamo, attraversiamo la galleria del S.Gottardo e all’uscita si apre davanti a noi un panorama stupendo: il Lago dei Quattro Cantoni che costeggiamo fino ad arrivare a Lucerna.

Sostiamo per visitare la città, al Parcheggio Uffschotti a pagamento (nessun servizio, solo sosta camper) e con le bici raggiungiamo il centro in pochi minuti.

Un po’ caotica ma ben organizzata per le bici: numerosi parcheggi dedicati, piste ciclabili sia laterali che al centro della carreggiata, con semafori dedicati ai ciclisti.

Parcheggiamo le bici all’ingresso del centro storico e proseguiamo a piedi visitando:

  • il Ponte della Cappella: è il più antico ponte coperto d’Europa; parte dal Teatro di Lucerna, sulla riva più a sud del fiume Reuss, e raggiunge la Cappella di San Pietro sul Rathausquai, procedendo a zig-zag attraverso l’antica Torre sull’acqua.
  • la Torre sull’acqua: è una torre ottagonale costruita attorno al 1300 come parte delle mura della città; fu impiegata come archivio, tesoreria, prigione e camera di tortura.
Veduta della Torre sull’acqua
  • il Museggmauer: questi antichi bastioni lunghi 870 metri e le sue 9 torri, sono stati costruiti nel XIV secolo e facevano parte delle mura medioevali della città. Tra le torri, da visitare la Torre dell’ Orologio che scandisce le ore un minuto prima degli orologi delle altre città. Merita una passeggiata lungo i bastioni dove si può ammirare una splendida vista sui tetti a timpano di Lucerna e sul Lago dei Quattro Cantoni.
Torre dell’Orologio

Area Download

ATTENZIONE: PREZZI E SERVIZI POTREBBERO NON ESSERE AGGIORNATI. CONSULTARE SEMPRE IL SITO DIRETTO DELLE STRUTTURE NOMINATE.

ELENCO AREE CAMPER CON RECENSIONI

Condividi su:
Mi chiamo Monica e amo viaggiare in camper con la mia famiglia. Mi piace scrivere e condividere le mie esperienze di viaggio con altri camperisti e non. Così ho creato il Blog "Pronticampervia", dove sono raccolti tutti i nostri viaggi in Italia e in Europa con itinerari, consigli, curiosità ed elenco aree camper in cui siamo stati. Buona lettura! 😊🚌💚
Articolo creato 42

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 + sette =

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto